Ci vuole coraggio per immaginare la pace

Riporto questo articolo appena pubblicato sul blog di Possibile. Venerdì 9 ottobre l’Accademia Nobel ha annunciato il conferimento del Nobel per la Pace 2015 al “Quartetto per il Dialogo Nazionale in Tunisia” per il contributo decisivo alla creazione di una democrazia pluralista dopo la Rivoluzione del 2011. Un riconoscimento molto importante al lavoro di organizzazioni con profili e principi differenti per la riuscita della transizione democratica in Tunisia, culminata con le ultime elezioni democratiche, dopo un processo di dialogo politico inclusivo.

Un canestro per la pace

Dopo i campionati Europei si stanno svolgendo ora i campionati Asiatici di basket in Cina. Si potrebbe discutere sul fatto che Turchia, Russia e Israele partecipino agli Europei invece che agli Asia Games ma mi interessa parlare di un’altra squadra nazionale alla sua prima partecipazione: la Palestina. E vi dirò di più; malgrado l’eliminazione la Palestina è stata la sorpresa alla seconda fase con tre vittorie e zero sconfitte,  imbattuta, avendo anche superato una delle favorite, le Filippine. Un risultato incredibile considerando lo stato di assedio e perenne emergenza in cui versano la Cisgiordania e Gaza, e che rendono praticamente impossibile l’organizzazione di un campionato di livello da anni a questa parte. Per molti la Palestina non esiste e non deve esistere, eppure …

Continue reading

Di Aylan, della Guerra e dell’immigrazione

Articolo gentilmente ospitato sul blog di Possibile, che trovate Di Aylan, dell’esilio e della pace. Per l’anno 2014, l’UNHCR ha rilevato oltre 42 milioni il numero di persone sfollate (sia all’interno dei propri confini nazionali, che oltre confine, quindi “rifugiati”) e aventi bisogno di assistenza. Un numero altissimo di per se, ai livelli della Seconda Guerra Mondiale. Chiediamoci allora cosa spinge queste persone a muoversi. Principalmente guerra, violenza, dittature, terrorismo. Negli ultimi anni, purtroppo, abbiamo assistito a un aumento della violenza globale: le nuove guerre colpiscono in maniera sempre più preponderante lapopolazione civile, senza distinzione di sorta: scuole, ospedali e amministrazioni pubbliche sono bombardate. I bambini rapiti e trasformati in carnefici, le donne stuprate. Le foto di Kobane parlano da sole. Le nuove guerre …

Continue reading

Buoni propositi per il 2013

Ho sentito dire che a New York, all′angolo della XXVI strada e di Broadway, nei mesi invernali, ogni sera, c′è un uomo e ai senzatetto che si redunano pregando i passanti, procura un giaciglio per la notte. Con questo il mondo non cambia, le relazioni fra gli uomini non migliorano, l′epoca dello sfruttamento non è per questo più vicina alla fine. Ma a qualcuno non manca un giaciglio per la notte, il vento viene tenuto lontano da loro per una notte, la neve destinata a loro cade sopra la strada. Non deporre il libro che tu leggi, uomo. A qualcuno non manca un giaciglio per la notte, il vento viene tenuto lontano da loro per una notte, la neve destinata …

Continue reading