Pariggi

Pariggi è sempre Pariggi, con due G come dice il nonno; fatta di luoghi comuni (o più comunemente cliché) che spesso nauseano come la marsigliese, o la maionese che i transalpinici mettono ovunque. Alla quarta volta bello si ma cambiare un po’ non fa male …  E allora basta Bistrò e andiamo a mangiare thai (buonissimo, la prima volta che lo toccavo ma ne sono già un grande sostenitore) dove al ristorante probabilmente la cameriera, stupenda e  gentilissima da far invidia a Lek De Giglio e si starà ancora chiedendo come ho fatto a mangiare tutto senza salsa di soia. E poi invece di fare il giro degli Champs Elysèe

Vincitori e vinti

Spesso ci si chiede perché. Perché? Perché tutte queste guerre martoriano la RDC? Perché da 15 anni a oggi la parte est di questo gigantesco e magnifico paese è martoriata da violenze di ogni tipo? Forse quando si riuscirà à trovare una risposta (credibile) a queste domande si riuscirà a trovare una soluzione (credibile) per mettere finalmente la parola fine. A chi giova questa “stasi” nel paese? A chi viene interessante questo stato dove nessuno, a prima vista vince? In questa guerra non cè un vincitore come in tutte le guerre. Anzi a prima vista sono tutti vincitori o dirsi soddisfatti di questi ultimi tre mesi di un conflitto bruscamente riaperto e tornato violento.